in Montagna...
Torna alla Home Page

Chastelbergpass...


    Alte Kaserne - (Alpje) - Egga - Chastelbergpass - Alpjerbidi - Hobielestafel - Schletter - Hitte - Bleiken - Gabi - Gschorus Erb - Alte Kaserne.



   Domodossola > strada per il Passo del Sempione > Gondo > Alte Kaserne.

 

 Ritorno nella bella zona di Alpje poco dopo il confine Svizzero oltre Gondo, per una piacevole e panoramica escursione salendo al Chastelbergpass 2190 m. un valico che mette in comunicazione la zona di Alpje con il versante che poi traversa verso il Passo del Sempione.

in Val Divedro...

 Da Egga (Alpje) un sentiero ripido e a tratti esposto, sale con numerosi tornanti per poi traversare con un percorso molto panoramico sotto le rocce della cresta del Rothorn verso il Chastelbergpass da dove, con percorsi più tranquilli si può scendere verso la zona di Simplon Dorf, oppure continuare la traversata verso il Passo del Sempione.

 Per la parte di percorso che sale da Alpje, è consigliabile evitare di andarci con terreno bagnato.

 

 Superata la frontiera si giunge a Gondo 855 m. e proseguendo lungo la strada si sale e si arriva ad Alte Kaserne 1157 m. (la vecchia caserma) che si trova sulla destra, parcheggio sulla sinistra della strada del Sempione.

Link alla cartina ↓
mappa

 Con Fiorenzo saliamo lungo la stradina asfaltata che parte poco più a valle di Alte Kaserne, salendo si trovano le scorciatoie segnalate che evitano lunghi tratti di asfalto, e si sbuca sui primi prati di Alpje, piacevole e ben curato altopiano (che si può definire come l'Alpe Veglia in miniatura...), posto di fronte al versante dell'Alpe Figina, sotto al Seehorn visitato in un precedente giro (link).

 Giunti alle baite di Egga 1588 m. (cartello indicatore), si sale nei prati raggiungendo il bosco alle spalle dell'alpeggio dove si trova la traccia del sentiero segnalato (in realtà il vecchio sentiero sembra che raggiunga il bosco traversando da sud, evitando così di passare da Egga, ma il cartello è posto appunto davanti alle baite...).

 Nel bel bosco di larici iniziano i numerosi tornanti che permettono di salire agevolmente in quota, e si hanno le prime belle aperture panoramiche tra gli alberi, verso i prati di Alpje e naturalmente verso le cime circostanti.

 In alto si esce dal bosco sui ripidi prati superiori e inizia il traverso che porta prima a superare un canale attrezzato con una corda metallica, poi su terreno aperto si continua a traversare verso sud-ovest (qualche tratto richiede attenzione perchè franoso), raggiungendo un primo colletto che è l'ultimo punto panoramico su Alpje, poi un'ultima risalita e si arriva alla zona del Chastelbergpass 2190 m.

salendo al Chastelbergpass...

 Il sentiero continua verso ovest fino a un bivio, qui si può proseguire verso il Passo del Sempione da dove si può tornare alla partenza con l'autopostale Svizzero (Link), in questa occasione invece seguiamo le indicazioni sulla sinistra per Simplon Dorf; si scende passando dai ruderi di Hobielestafel e più in basso si passa attraverso una fitta pineta, poi si traversa una piccola stradina (percorso Panoramaweg...), e si arriva a un bivio (in questa occasione era presenta una palina ma senza cartelli segnaletici), lasciamo il sentiero segnalato per Simplon Dorf per continuare sulla sinistra raggiungendo più in basso una stradina asfaltata poco distante dalla strada del Sempione dove troviamo i cartelli indicatori del percorso per Gabi che seguiamo.

 Si passa presso Schletter e Hitte, raggiungendo poi Bleiken da dove inizia la discesa passando da una bella Chiesetta risalente al 1717 ma restaurata nel 2007/2008; si scende nuovamente nel bosco per sbucare alle case di Gabi 1228 m. poche decine di metri sulla strada del Sempione e poi si seguono le indicazioni del Sentiero Stockalper che porta a superare sul ponte il Torrente Laggina.

 Si continua lungo il versante destro idrografico del Diveria (Doveria secondo gli svizzeri), lungo il percorso si trovano ancora alcuni tratti della pavimentazione originale risalente all'epoca di Kaspar Jodok Stockalper, nella zona di Äbi si vedono i ruderi di un edificio e si può ammirare una bella architrave con incisa la data 1676, infine, passando presso una fornace costruita proprio a fianco del torrente, si ritorna alla vecchia caserma.


 Tempo per questo giro, circa 5 ore e mezza.

   Agosto 2018 - Difficoltà E/EE

immagini ↑→  



vista verso il Seehorn e Figina...
in Valgrande...  ← in Valgrande

Foto © www.in-montagna.it
(e-mail)