Frana: Bocchetta di Lavattel dall' Asaa.

Informazioni e commenti sullo stato dei percorsi segnalati in Valgrande.

Frana: Bocchetta di Lavattel dall' Asaa.

Messaggiodi lordcob » gio apr 04, 2013 10:02 am

Ciao a tutti,
ieri ho cercato per la prima volta di raggiungere la bocchetta di Lavattel dall'Asaa: A circa duecento metri dalla bocchetta ho deciso di tornare indietro per via di una frana che ha spazzato il sentiero. Forse si riesce ancora a passare ma il terreno sembra piuttosto friabile e sovrastante un bel precipizio. Ad occhio mi è sembrato che passata la frana si debba risalire un canalino per poi ridiscendere alla bocchetta, ma non avendolo mai fatto prima non ne ero sicuro.
lordcob
 
Messaggi: 2
Iscritto il: mer apr 03, 2013 11:33 pm

Re: Frana: Bocchetta di Lavattel dall' Asaa.

Messaggiodi sabbia » gio apr 04, 2013 10:30 am

ciao,

grazie per la segnalazione. Hai delle foto della frana?
Come sono le condizioni del sentiero fino al poggio degli Asaa?

grazie
sabbia
 
Messaggi: 94
Iscritto il: mer set 06, 2006 2:32 pm

Re: Frana: Bocchetta di Lavattel dall' Asaa.

Messaggiodi lordcob » gio apr 04, 2013 3:44 pm

Purtroppo per pigrizia non l'ho fotografata ... Le condizioni del sentiero sembrano buone anche se, non avendolo mai fatto prima, è difficile giudicare e bisogna sempre stare attenti a dove si mettono i piedi.
Salendo siamo passati dalla Linea Cadorna Nord di Bettola dove si fatica un po' a trovare il sentiero in un punto dove sono caduti molti alberi e in discesa invece siamo passati dalla Linea Cadorna Sud di Bettola che credo sia il percorso più comune...
lordcob
 
Messaggi: 2
Iscritto il: mer apr 03, 2013 11:33 pm

Re: Frana: Bocchetta di Lavattel dall' Asaa.

Messaggiodi Mauro » gio mag 16, 2013 2:38 pm

Ciao a tutti.
Ho fatto l'escursione alla Bocchetta del Lavattel il 13/05/2013. Purtroppo non è più raggiungibile dagli Asaa proprio a causa di una frana nella parte finale del sentiero presumo a circa 300/400 mt dalla meta con sentiero ormai in piano.
Nell'escursione ho perso la macchina fotografica ma posso fornire alcune foto prese con il cellulare: mi scuso pertanto della qualità delle immagini. Sono certo che la frana è caduta quest'anno. Buona giornata a tutti.
Mauro
Gravellona Toce (VB)
Ultima modifica di Mauro il mer mag 22, 2013 9:06 pm, modificato 2 volte in totale.
Mauro
 
Messaggi: 3
Iscritto il: gio mag 16, 2013 12:09 am

Re: Frana: Bocchetta di Lavattel dall' Asaa.

Messaggiodi Mauro » gio mag 16, 2013 3:06 pm

Ecco una foto, file più grossi con più foto non riesco a postarli.
Allegati
13052013(008).jpg
Mauro
 
Messaggi: 3
Iscritto il: gio mag 16, 2013 12:09 am

Re: Frana: Bocchetta di Lavattel dall' Asaa.

Messaggiodi wildfrog » gio mag 16, 2013 3:21 pm

Innanzitutto grazie

io purtroppo non sono mai salito da quelle parti quindi non riesco a giudicare dalle foto (che ritengo assai utili) la reale gravità della situazione.

Mi piacerebbe quindi sapere se secondo te (o secondo chi c'è stato) se la frana è realmente insuperabile, se è necessaria una corda o cos'altro...

Alternative? (credo che da quelle parti rimanga la Bocchetta di Sautì).

Grazie ancora
A
Avatar utente
wildfrog
 
Messaggi: 191
Iscritto il: lun ott 30, 2006 5:42 pm
Località: Verbania

Re: Frana: Bocchetta di Lavattel dall' Asaa.

Messaggiodi Mauro » gio mag 16, 2013 3:36 pm

Guarda, se non sei un alpinista (corde, chiodi ecc.), la frana non la passi. Io non sono un alpinista e pertanto mai avrei rischiato per arrivare alla meta usando quella via.
Le alternative ci sono sicuramente ma sarebbe meglio ti informassi presso persone più competenti di me (es. coloro che gestiscono il sito). L'importante è saper rinunciare piuttosto che rischiare la vita.
I Corni di Nibbio sono bellissimi, affascinanti ma pericolosi.
Allego l'ultima foto.
Ciao.
Allegati
13052013(007).jpg
Ultima modifica di Mauro il mer mag 22, 2013 9:07 pm, modificato 1 volta in totale.
Mauro
 
Messaggi: 3
Iscritto il: gio mag 16, 2013 12:09 am

Re: Frana: Bocchetta di Lavattel dall' Asaa.

Messaggiodi wildfrog » gio mag 16, 2013 4:01 pm

Mauro ha scritto:Guarda, se non sei un alpinista (corde, chiodi ecc.), la frana non la passi. Io non sono un alpinista e pertanto mai avrei rischiato per arrivare alla meta usando quella via.


NON sono un alpinista e la mia priorità è tornare in posizione verticale e possibilmente intero (altrimenti ci pensa mia moglie a spezzarmi :D )

Sicuramente qui ci sono persone più attrezzate del sottoscritto a fornire adeguate risposte.

Complimenti per il giro e la costanza!

bye

PS se torni e cerchi un socio (e se ti va) fammi sapere. Penso anche Sabbia sia interessato.
Avatar utente
wildfrog
 
Messaggi: 191
Iscritto il: lun ott 30, 2006 5:42 pm
Località: Verbania

Re: Frana: Bocchetta di Lavattel dall' Asaa.

Messaggiodi sabbia » gio mag 16, 2013 4:15 pm

Sabbia è molto interessato :wink: . Si può provare ed eventualmente ripiegare per Sautì (con possibilità di notte a Orfalecchio). Ovviamente quando finisce la stagione dei monsoni :D

ciao
sabbia
 
Messaggi: 94
Iscritto il: mer set 06, 2006 2:32 pm

Re: Frana: Bocchetta di Lavattel dall' Asaa.

Messaggiodi ferro » gio mag 16, 2013 4:29 pm

Grazie a Mauro per il contributo... :)

Riguardo alle vie alternative per raggiungere la Bocchetta di Lavattel, ce ne sono... la "meno difficile" è quella di andare alla Bocchetta di Sautì, poi sulla cresta al Pizzo delle Tre Croci (un saltino sulla cresta si può aggirare), e poi scendere tenendosi alla sinistra della cresta verso la Bocchetta.

buoni giri... (magari a giugno smette di piovere e riusciamo fare qualche escursione... :) )

Ferruccio
Avatar utente
ferro
Site Admin
 
Messaggi: 273
Iscritto il: dom mag 22, 2005 10:41 am
Località: Alto Vergante

Re: Frana: Bocchetta di Lavattel dall' Asaa.

Messaggiodi balco » sab mag 18, 2013 1:12 pm

Ciao,si può risalire il torrente fino alla bocchetta,noi la prima volta, sbagliando ,siamo saliti da li,è un percorso un pò rustico ma non difficile,un pezzo di corda per aiutarsi a scendere è meglio averlo(dalle foto la frana sembra non interessare la valletta del torrente)
Avatar utente
balco
 
Messaggi: 39
Iscritto il: mer mag 30, 2007 7:42 pm
Località: somma l.do

Re: Frana: Bocchetta di Lavattel dall' Asaa.

Messaggiodi daniel 59 » ven giu 07, 2013 8:31 pm

ciao,ho visto le foto, e la frana in oggetto è il risultato di un cedimento di materiale dalla soprastante parete della cima 3 croci. ca. 3 settimane fa,dal forte di Bara ho binocolato la zona (che frequento da 25 anni) e ho notato la fetta di parete franata,appunto dal colore della roccia più chiara. Sé si riuscisse a portare un 30 mt. di cordino e ancorarlo,e ricavare un minimo di battuta di calpestio, si eviterebbero deviazioni che non sono per tutti, e si ripristinerebbe l antica via per la b.tta del lavattèl.. MI permetto di segnalare che la tratta : Bettola fraz. strada militare,(la sud,quella cche inizia subito dopo il sottopasso della ferrovia) alpe corte,orl piciocch,vallone di bettola, pian di asàà,alpe sauti,la omonima b.tta,alpe redugno,orfalecc rifugio, è stata segnalata con bollini gialli e cartellini con paleria sempre gialli,in 2 punti : orl piciocch e il valloncello finale degli asàà hanno messo dei cordini in acciaio per una certa sicurezza in più. Ometti e molta pulizia di vegetazione hanno reso transitabile il tutto.Comunque la tratta esterna dal termine della mulattiera militare sino al pian di ASAA è da percorrere con prudenza e con escursionisti di esperienza. alègar
daniel 59
 
Messaggi: 101
Iscritto il: lun giu 03, 2013 1:10 pm

Re: Frana: Bocchetta di Lavattel dall' Asaa.

Messaggiodi ferro » sab giu 08, 2013 8:03 am

Ciao,

Confermo quanto scritto sopra da Daniel, ieri (7 giugno), di ritorno da un tentativo di salita al Torrione di Bettola dal versante ovest (vedi Qui), al ritorno siamo passati dalla frana.

Con riferimento a Questa pagina si vede chiaramente dalla foto 32 (scattata dalla cima del Torrione di Bettola) ed anche 34, da dove è partita la frana.
Il tratto con la frana (foto 40 e 41) è al momento percorribile, naturalmente con molta cautela, ma non è certo consigliabile a tutti... (da tenere conto anche della possibilità che cadano altri sassi dall'alto...).

Comunque salendo dopo il boschetto si va bene fino al pendio erboso ripido sotto la caratteristica "strettoia" (foto 41), questo tratto, in prospettiva, è quello che potrebbe dare problemi, la parte iniziale sta cedendo.
Stiamo a vedere come si evolve la situazione...

Buoni giri,

Ferruccio
Avatar utente
ferro
Site Admin
 
Messaggi: 273
Iscritto il: dom mag 22, 2005 10:41 am
Località: Alto Vergante

Re: Frana: Bocchetta di Lavattel dall' Asaa.

Messaggiodi buonopane alessandro » dom giu 09, 2013 5:23 pm

ciao sono Alex
Sabato 8 Giugno Io Emanuele e Felice siamo Partiti da Bettola per la bocchetta di Lavattel anche noi alla vista della frana volevamo rinunciare ma poi siamo andati avanti com molta attenzione 3 minuti si arriva alla bocchetta poi per non scendere ancora passando dalla frana abbiamo deciso di fare un bel giro scendendo ad Orfalecchio no sentiero!!! poi a Corte Bue ed infine Alpe Ompio 10 ore !!! stanchi ma soddisfatti. Comunque sarebbe meglio evitare questo percorso! ciao
Ultima modifica di buonopane alessandro il mar giu 18, 2013 11:06 pm, modificato 2 volte in totale.
buonopane alessandro
 
Messaggi: 1
Iscritto il: dom giu 09, 2013 3:55 pm

Re: Frana: Bocchetta di Lavattel dall' Asaa.

Messaggiodi daniel 59 » lun giu 10, 2013 1:11 pm

ciao Alessandro,complimenti per il Tour delle carrucole.(la discesa dalla b.tta del Lavattèl a orfalecchio è per Esc. esperti EEE, e per il momento è lasciato giusta mente alla Natura, la traccia che và a orfalècc. Sé vai a rileggere due messaggi prima,sul forum,avreste avuto la possibilità di arrivare al rif. di orfalecc senza ravanare, seguendo la segnaletica(via alpe saltir,alpe rodugno,rifugio). Rimane comunque rilevante come "gavetta valgrandina" quello che avete affrontato.ciao e alègar. Daniel 59
daniel 59
 
Messaggi: 101
Iscritto il: lun giu 03, 2013 1:10 pm

Prossimo

Torna a Sentieri

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Yahoo [Bot] e 1 ospite