in Montagna...
La strada Borromea e I Tre Confini
torna alla Home Page...
in Montagna...


 Cavaglio - Olzeno - Le Biuse - Tre Confini - Bronte di Spoccia - Spoccia - Gurrone - Cavaglio.

   Difficoltà E.
 

 

 Ritorno in Valle Cannobina per percorrere un altro tratto della Strada Borromea, l'antica mulattiera dedicata a San Carlo Borromeo che collegava i paesi della valle (per il primo tratto, da Traffiume a Cavaglio, vedi questa pagina).

 Anche in questa occasione, si è seguito un percorso ad anello che, oltre alla Strada Borromea, ha permesso di visitare alcuni alpeggi del versante che sale verso il Limidario, dove sono presenti diversi tratti di antiche mulattiere ancora in ottimo stato.

 

 Si parte da Cavaglio 501 m. dalla Chiesa si passa sotto a un portico e si seguono le indicazioni (cartelli e segni di vernice), per Olzeno e i Tre Confini; sopra il paese si trova una mulattiera che sale a tornanti nel bosco incontrando due piccole Cappelle, in seguito si incontra un bivio (sulla sinistra sale un sentiero da Gurrone), si prosegue la salita uscendo sul pianoro di Olzeno 1061 m. sulla destra si vedono il Monte Giove e il Monte Faierone (link), le numerose baite di Olzeno ora sono state quasi tutte ristrutturate e sono usate come case di vacanza.

 Sopra le baite si incrocia la stradina asfaltata che sale tra Cavaglio e Gurrone, ma si continua per un tratto lungo il vecchio sentiero ormai invaso dalla vegetazione e più in alto si esce ancora sulla stradina che si segue in piano entrando nella valle; si passa da Le Biuse 1274 m. (numerose baite sono presenti su questo versante che scende verso il Rio di Cavaglio), si prosegue ancora in falsopiano e infine si sale ai Tre Confini 1334 m. come dice il nome, questo punto si trova al confine di tre territori facenti parte dei Comuni di Cannobio, Cavaglio - Spoccia e Cursolo - Orasso.


 Dai Tre Confini un percorso sale verso l'Alpe Spoccia, L'Alpe Quadra e il Limidario, un altro traversa verso la Cappella di Lego e Spoccia, in questa occasione si è seguito invece il sentiero che traversa sul fianco nord della dorsale della Colma (in inverno con poca neve e il terreno ghiacciato, questo traverso richiede attenzione), si scende così a Bronte di Spoccia 1130 m. vasto alpeggio con numerose baite sparse su questo versante.

 Da Bronte si scende in direzione di Cavaglio, più in basso si trova una bella mulattiera ancora in ottimo stato che si segue scendendo a tornanti nel bosco, poi si traversa verso destra passando dalla Capela da Vall e superando il Rio Ponte si scende a Spoccia 798 m.

 Dopo una visita al Paese, si scende alla strada asfaltata che giunge dalla Statale 631 della Cannobina, dove si trovano i cartelli che indicano il percorso che ritorna a Cavaglio passando da Gurrone lungo la Strada Borromea.

 Il percorso traversa il fianco della montagna superando numerose piccole vallette, si incontrano diverse baite ormai abbandonate, sotto l'abitato di Spoccia si vedono tra le piante i numerosi terrazzamenti che fanno immaginare come poteva essere un tempo questo versante...

 Questo traverso è relativamente lungo, durante il percorso si vedono sul versante opposto i nuclei di Solgia e La Valle, Falmenta, Crealla, Calachina e Socraggio; si passa dai ruderi del Gesulin (o Cappella Pune), e si arriva a Gurrone 697 m. passando prima dal Cimitero del paesino, qui si segue la strada asfaltata che in breve riporta a Cavaglio.


 Tempo per il giro descritto 7/8 ore incluse le soste.

 

vai alle immagini →  














 Cerca nel sito :
Loading

in Valgrande...  ← in Valgrande Foto © www.in-montagna.it (e-mail)


  Valle Strona :


  Valle Cannobina :